Ciad, il successo di Fanné: educazione alimentare e buone pratiche per le mamme

Immagine Sicurezza Alimentare COOPI Ciad

Quando

Non definita al momento.

Dove

,,

È dal gennaio 2012 che il progetto di Coopi «Azione multisettoriale di lotta all’insicurezza alimentare e alla malnutrizione nella regione di Hadjer-Lamis (Ciad)» opera sul territorio grazie al finanziamento dell’Unione Europea.

Fronteggiare la mortalità infantile

In questa poverissima regione del Ciad la malnutrizione è uno dei problemi fondamentali che la popolazione deve affrontare ogni giorno e di cui le principali vittime sono bambini e neonati. Fanné Abali, levatrice presso il centro d’assistenza sanitaria della zona della città di Karal, racconta di quanto fosse frequente la mortalità infantile per scarsa igiene e malnutrizione prima dell’intervento di COOPI. Infatti ci racconta che “il centro era molto poco frequentato e generalmente le donne non davano importanza alle visite prenatali e alle buone pratiche alimentari e d’igiene in famiglia”. Fanné spiega anche che le lacune nelle sue competenze pratiche non le consentivano di svolgere al meglio le sue attività all’interno del centro e della comunità di Karal.

Immagine_Food_Sec_MaliContro la malnutrizione con ingredienti locali

Grazie alla collaborazione con COOPI, Fanné ha potuto migliorare e rinforzare le sue competenze nel campo della sanità e dell’alimentazione infantile e neonatale, arrivando ad organizzare all’interno del centro d’assistenza degli incontri mirati alla prevenzione della malnutrizione che con la loro frequenza di cinque volte al mese raggiungono una vasta parte della comunità di Karal. “Negli incontri faccio dimostrazioni culinarie, spiego alle mamme il valore dell’allattamento al seno – soprattutto nei primi sei mesi di vita del neonato – e mostro come utilizzare in seguito gli ingredienti locali per arricchire i pasti dei loro bambini”.

Un successo per tutti

Negli ultimi cinque anni nella regione di Hadjer-Lamis la mortalità infantile è diminuita notevolmente; mentre la frequentazione del centro d’assistenza sanitaria di Karal ha visto un sostanziale incremento. Ma  per Fanné il successo più importante è il cambiamento che ha riscontrato nella mentalità della popolazione per quanto riguarda l’importanza delle buone pratiche di sanità e nutrizione. Un successo anche per COOPI, un successo per tutti.

 

Articolo scritto da Cecilia Lucchelli

Ciad, il successo di Fanné: educazione alimentare e buone pratiche per le mamme ultima modifica: 2016-11-14T10:08:38+00:00 da coopi