Nigeria: Fatima è migliorata

Fatima_ECHO_Nigeria

La bambina nella foto si chiama Fatima, ha soli due anni ed è orfana di entrambi i genitori. Il suo papà è stato vittima degli attacchi di Boko Haram. Qui la vediamo nel momento in cui è stata dimessa dal centro CMAN situato nel reparto Dogonini di Potiskum, nello Stato di Yobe, in Nigeria.

Quando è arrivata al centro con il suo accompagnatore, soffriva di malnutrizione severa. Gli operatori di COOPI si sono subito presi cura di loro ed entrambi hanno beneficiato del progetto “Assistenza umanitaria immediata alla popolazione più vulnerabile colpita dal conflitto in Nigeria del Nord Est”, finanziato dalla Commissione Europea (ECHO). L’obiettivo è quello di contribuire a ridurre la mortalità e la morbilità infantile, migliorando lo stato nutrizionale delle persone sfollate più vulnerabili.

Fatina_Nigeria_ECHOFatima è stata sottoposta a un attento screening medico: aveva una forte edema e il braccialetto Mid-Upper Arm Circumference (MUAC), utilizzato per misurare il livello di malnutrizione dei bambini, segnava 10,8 cm (foto a sinistra). Il suo accompagnatore ha ricevuto un cesto con generi di prima necessità, degli utensili da cucina, un kit per l’igiene e la miscela di soia che è parte integrante del regime alimentare di Fatima.

Dopo un anno di cure all’interno del centro, la piccola Fatima è notevolmente migliorata e, come si può vedere dalla foto di apertura, il suo aspetto è più sano e adesso il braccialetto MUAC indica 13,8 cm.

Nigeria: Fatima è migliorata ultima modifica: 2017-07-20T09:27:20+00:00 da coopi