Non tutti festeggiano il Natale

RCA

Chiedete a loro come festeggeranno il Natale…

Vivevano in un campo di rifugiati a Bambari, un caotico villaggio di baracche e lamiere nel cuore delle foresta della Repubblica Centrafricana.

Possedevano poco e tutto ciò che avevano era in paglia: capanna in paglia, tetto in paglia, niente elettricità e per cucinare i soliti braceri che in Repubblica Centrafricana si utilizzano praticamente ovunque.

Stamattina però un incendio ha devastastato il campo profughi e la causa sembra essere proprio una di queste “cucine da campo”.

205 famiglie sono rimaste di nuovo, per l’ennesima volta, senza niente: il fuoco ha divorato tutto, senza pietà.

Al momento si contano i morti: nessuna cifra è ancora certa.

Circa il 15 feriti (tra cui un bambino di 3 anni, 3 donne e 3 casi gravi) sono stati evacuati all’Ospedale Bambari.

COOPI è presente sul terreno con un progetto finanziato da UNHCR il cui obiettivo è quello di monitorare i flussi migratori di quattro campi profughi. Il campo Sangaris, quello colpito dalla catastrofe di stamattina, è uno di quelli.

Da monitorare qui resta il dolore e la disperazione di chi si ritrova senza nulla, a soffrire il freddo impietoso delle notti centrafricane dicembrine.

Non tutti festeggiano il Natale ultima modifica: 2016-01-25T15:26:58+00:00 da coopi