Nonostante il PIL pro capite della Colombia rientri nella fascia medio-alta dell’America Latina, il Paese mantiene alti livelli di disuguaglianza nella distribuzione del reddito e gravissimi problemi di violazioni dei diritti umani. Negli ultimi 50 anni la popolazione colombiana ha infatti sofferto le conseguenze umanitarie del conflitto armato interno: migrazione forzata, rifugiati, reclutamento forzato di bambini e giovani, violenza sessuale e di genere. Una crisi dimenticata che necessita l’attenzione della comunità internazionale. Oggi si riportano circa 6,270,000 di sfollati nel Paese, una crisi che per numero di profughi è seconda solo a quella siriana.

COOPI lavora in Colombia dal 1973 attraverso diversi interventi umanitari a favore delle comunità in aree rurali fortemente colpite da lunghi periodi di siccità o alluvioni, così come con interventi per la ricostruzione di case post-terremoti, oltre a interventi di protezione e tutela dei diritti di minori migrati a causa del conflitto interno armato.

Inoltre dal 2003 al 2011, in consorzio con altre ONG italiane, l’attività di COOPI si è fortemente concentrata allo sviluppo della Scuola di Specializzazione Latino Americana in Cooperazione allo Sviluppo presso l’Università San Buenaventura a Cartagena per formare professionisti nel campo della cooperazione internazionale.

* I dati relativi ai Risultati di COOPI sono aggiornati all’ultimo bilancio sociale.

La situazione in Colombia

I risultati di Coopi



95/188
ISU
5,3%
Tasso di analfabetismo
12,7%
Tasso di malnutrizione infantile moderata/severa
5,7%
Tasso di popolazione che vive sotto la soglia di povertà


0
Progetti
-
Beneficiari
0
Staff internazionale
0
Staff locale

Documenti

  • Resiliencia y Medios de Vida pdf 5.2 MBDownload
Colombia ultima modifica: 2015-03-23T21:22:49+00:00 da coopi