Djibouti

L’intervento di COOPI in Camerun è concluso.La presenza di COOPI a Djibouti è stata determinata, inizialmente, dalla creazione in questo paese di un coordinamento dell’associazione per la gestione di un progetto in Somalia. Questa presenza ha poi permesso a COOPI di realizzare nel 1997 un intervento di emergenza per affrontare un’epidemia di colera scoppiata nella città di Gibuti, capitale del paese, e un altro progetto in un’area esterna alla capitale.

Successivamente, nel gennaio del 2001, è stato affidato a COOPI un progetto di sanità pubblica relativo alla gestione dell’ospedale di Balbalà – quartiere periferico della capitale – e di quattro dispensari in aree esterne alla capitale.

Balbalà, inizialmente un’area adibita a discarica, si è poi trasformata in un punto di incontro di numerosi rifugiati dai conflitti bellici dei paesi circostanti che, di fatto, si sono poi stabiliti in quell’area, che grazie al passaggio di uomini e merci offre maggiori opportunità di sopravvivenza.
L’intervento di COOPI a Balbalà è durato due anni.

L’intervento di COOPI a Djibouti è concluso.

Djibouti ultima modifica: 2016-09-21T10:57:38+00:00 da Federica Urso