Kosovo

L’intervento di COOPI in Kosovo è stato favorito dalla precedente presenza dell’associazione in Albania con un progetto di assistenza a 5.000 rifugiati kosovari. Questa attività ha infatti permesso di rilevare che il 75% di loro proveniva da Djakovica/Djakova, una delle regioni maggiormente colpite dalla guerra.

Nel luglio del 1999, la prima missione di COOPI diede un quadro disastroso della situazione della città: strade e ponti distrutte, presenza di campi minati, insalubrità delle acque.

COOPI, in collaborazione con UNHCR (United Nation High Commission for Refugees) e WFP (World Food Program) ha così avviato vari progetti per la distribuzione di cibo e di generi di prima necessità quali stufe e coperte per affrontare l’inverno, materiali per la ricostruzione di 400 case e 9 scuole, per la riabilitazione delle infrastrutture idriche e delle discariche dei rifiuti.

COOPI ha inoltre realizzato attività di assistenza psicologica in particolare alle vedove e ai bambini.

L’intervento di COOPI in Kosovo è concluso.

Kosovo ultima modifica: 2016-09-21T11:33:06+00:00 da coopi