A seguito della crisi in Siria che ad oggi ha prodotto oltre 4 milioni di rifugiati, COOPI è intervenuta nel 2013 in Libano a fianco della popolazione siriana, soprattutto donne e bambini, in fuga dal conflitto.
Ad oggi in Libano si contano più di 1 milione di rifugiati. Per fornire loro supporto COOPI ha distribuito stufe, coperte e abiti; creato cliniche mobili per visite di base, sorveglianza epidemiologica e vaccinazioni per bambini. Inoltre, poiché in questo contesto è alto il rischio di contrarre infezioni legate all’acqua o malattie portate da insetti e roditori, abbiamo realizzato campagne di promozione di igiene, istallato cisterne d’acqua e costruito o migliorato le latrine esistenti.
Il nostro obiettivo non è solo quello di rispondere ad una crisi contingente ma anche di ridurre le tensioni sociali e di favorire l’integrazione socio-economica dei rifugiati. Per questo abbiamo realizzato un programma di Cash for Work che prevede la riqualificazione di diversi spazi pubblici: garantire ai rifugiati siriani in Libano un lavoro, non significa solo permettere loro di guadagnare del denaro per il sostentamento delle loro famiglie, ma anche ridare loro dignità.

* I dati relativi ai Risultati di COOPI sono aggiornati all’ultimo bilancio sociale.

La situazione in Libano

I risultati di Coopi



65/187
ISU
10%
Tasso di analfabetismo
-%
Tasso di malnutrizione infantile moderata/severa
-%
Tasso di popolazione che vive sotto la soglia di povertà


4
Progetti
66.200
Beneficiari
3
Staff internazionale
20
Staff locale

I progetti



 

Sede

Libano ultima modifica: 2015-03-23T21:39:27+00:00 da coopi