Da anni il terrore seminato da Boko Haram ha costretto la popolazione del Nord-Est della Nigeria a cercare rifugio in campi profughi e comunità ospitanti. Dall’inizio del 2015 un’ulteriore esplosione degli episodi di violenza ha sconvolto soprattutto gli stati di Borno, Yobe e Adamawa creando bisogni umanitari di proporzione enorme.
Gli attori umanitari hanno identificato circa 5,6 milioni di persone coinvolte nel conflitto che vivono in condizioni di insicurezza alimentare, che sono esposte al rischio di epidemie e che hanno un forte bisogno protezione.
Da luglio 2014 COOPI risponde a questa emergenza intervenendo prima nello stato di Bauchi e poi nello stato di Yobe attraverso la distribuzione di non-food items, cibo, sementi e attrezzi agricoli. Inoltre abbiamo realizzato attività per facilitare l’accesso all’acqua potabile e migliorare le condizioni igieniche.
Nonostante gli sforzi la situazione resta estremamente fragile, per questo vogliamo continuare a fornire sostegno e protezione alla popolazione nigeriana più vulnerabile.
COOPI è l’unica ong italiana presente nella zona.

* I dati relativi ai Risultati di COOPI sono aggiornati all’ultimo bilancio sociale.

La situazione in Nigeria

I risultati di Coopi



152/187
ISU
49%
Tasso di analfabetismo
36%
Tasso di malnutrizione infantile moderata/severa
68%
Tasso di popolazione che vive sotto la soglia di povertà


6
Progetti
81.609
Beneficiari
3
Staff internazionale
15
Staff locale

I progetti



[/blocco]

Sede

Nigeria ultima modifica: 2016-02-15T16:04:21+00:00 da coopi