I territori palestinesi occupati (oPt) sono da sempre un’area molto complessa all’interno della quale intervenire, dove delicatissime dinamiche sociali e culturali a livello locale si intrecciano a dinamiche politiche ed economiche a livello globale. Non è un caso, infatti, che i recenti mutamenti in atto all’interno del sistema politico internazionale, inseriti nel quadro di una regione mediorientale già in forte ebollizione, stiano contribuendo ad aumentare la pressione su di un contesto già fragile e fondato su equilibri precari.

Nel tentativo di alleviare le sofferenze della popolazione palestinese, COOPI lavora stabilmente nei territori dal 2002, dove, negli anni, ha implementato progetti in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, specializzandosi nei settori WASH, gestione dei rifiuti, supporto economico ai gruppi più vulnerabili, educazione e protezione.

Dal 2009, COOPI ha deciso di intervenire anche a Gerusalemme Est, dove la popolazione palestinese, in particolare giovani e donne, faticano ad accedere al mercato del lavoro a causa delle restrizioni al movimento di persone e merci.

In partenariato con donatori quali la Commissione europea e la Cooperazione italiana, COOPI promuove progetti di sostegno alla formazione tecnico-professionale, al quale si affiancano attività di supporto psicosociale in linea con l’approccio integrato portato avanti dall’organizzazione.

* I dati relativi ai Risultati di COOPI sono aggiornati ad ottobre 2017.

La situazione in Palestina

I risultati di Coopi



113/188
ISU
3,3%
Tasso di analfabetismo
7,4%
Tasso di malnutrizione infantile moderata/severa
0,1%
Tasso di popolazione che vive sotto la soglia di povertà


1
Progetti
8.570
Beneficiari
1
Staff internazionale
5
Staff locale

Vai al Blog

Documenti

    Sede

    Palestina ultima modifica: 2015-03-23T21:53:58+00:00 da coopi