La Repubblica Centrafricana sta soffrendo da dicembre 2012 la crisi più grave della sua storia. Più della metà della popolazione centrafricana, 2,5 milioni su un totale di 4,6 milioni, dipende dell’assistenza umanitaria per sopravvivere.
Dal 1974 COOPI protegge i più vulnerabili: rifugiati, profughi, donne vittime di abusi sessuali e comunità sottomesse a persecuzioni etnico-religiose.
COOPI lotta contro la fame distribuendo cibo e sementi; contro la sete, costruendo pozzi e altre infrastrutture, e contro l’emarginazione e l’analfabetismo, costruendo scuole, formando e fornendo sostegno psicosociale alle vittime di questa violenza cieca.
La nostra ONG tutela soprattutto i bambini, più che mai a rischio di violenza, abbandono, malnutrizione e malaria. Oltre a mantenere un progetto d’adozione a distanza, distribuire cibo e complementi alimentari per bambini, costruire scuole e fornire formazione, COOPI è l’unica ONG che gestisce progetti di disarmo, smobilitazione e reintegrazione dei bambini soldato.
COOPI lavora nella Repubblica Centrafricana dal 1974. Da allora non ha mai lasciato il paese.

* I dati relativi ai Risultati di COOPI sono aggiornati all’ultimo bilancio sociale.

La situazione nella Repubblica Centrafricana

I risultati di Coopi



185/187
ISU
43%
Tasso di analfabetismo
41%
Tasso di malnutrizione infantile moderata/severa
49%
Tasso di popolazione che vive sotto la soglia di povertà


28
Progetti
289.650
Beneficiari
37
Staff internazionale
156
Staff locale

I progetti



 

Sede

Repubblica Centrafricana ultima modifica: 2016-02-15T17:13:45+00:00 da coopi