COOPI ha iniziato a lavorare in Sierra Leone nel 1967. Dopo la guerra civile, ha realizzato progetti di assistenza e reinserimento psico-sociale dei bambini assoggettati ai gruppi armati, delle donne vittime di violenza, dei mutilati di guerra. Successivamente ha focalizzato l’intervento sulla relazione tra il riconoscimento dei diritti delle donne e lo sviluppo, con un focus particolare sull’accesso alla terra.

Nel 2015, dopo lo scoppio dell’epidemia di ebola che ha causato migliaia di morti e messo in ginocchio l’economia del Paese, COOPI ha sostenuto i bambini resi orfani dall’epidemia. Inoltre, nel 2015, per migliorare le condizioni di vita dei contadini, ha avviato due progetti di sviluppo imprenditoriale. Il primo mira a potenziare la coltivazione degli anacardi, con l’obiettivo di migliorarne le tecniche di lavorazione, conservazione e commercializzazione. Il secondo punta a promuovere le energie rinnovabili per fornire energia elettrica pulita in scuole, ospedali,centri di lavorazione degli anacardi, e combattere la povertà.

Dal 2006 COOPI porta avanti anche progetti di sostegno a distanza.

* I dati relativi ai Risultati di COOPI sono aggiornati ad ottobre 2017.

La situazione in Sierra Leone

I risultati di Coopi



179/188
ISU
51,9%
Tasso di analfabetismo
37,9%
Tasso di malnutrizione infantile moderata/severa
52,3%
Tasso di popolazione che vive sotto la soglia di povertà


9
Progetti
18.832
Beneficiari
7
Staff internazionale
30
Staff locale

Vai al Blog

Documenti

Sede

Sierra Leone ultima modifica: 2015-03-23T22:04:25+00:00 da coopi