A scuola di apicoltura in Sierra Leone

DSC00924

A Makeni (Sierra Leone) COOPI ha organizzato, dal 5 al 10 novembre 2017, un seminario di tre giorni sulla Gestione dell’integrazione dell’apicoltura nei sistemi di coltivazione di anacardi in Sierra Leone, svolto all’interno del progetto “ProAct 2015”, sponsorizzato dall’Unione Europea. Vi hanno partecipato lo staff di COOPI e alcuni coltivatori di anacardi selezionati come beneficiari del progetto, allo scopo di trasmettere loro conoscenze e abilità utili a impiegare in modo fruttuoso le api da miele nei frutteti di anacardi. Le colonie di api gestite nei campi di coltivazione degli anacardi, infatti, incrementano l’impollinazione dei fiori, apportando un effettivo aumento la crescita di questi campi; il raccolto e la vendita del miele e degli altri prodotti, inoltre, possono potenzialmente procurare un reddito addizionale per i coltivatori stessi.

Il Dott. Kwame Aidoo, inviato di COOPI e organizzatore con altri del seminario, ci ha riferito quanto segue:

I partecipanti hanno ricevuto informazioni generali sul ruolo delle api nella conservazione della biodiversità e sulla loro capacità di impollinare piante selvagge: le sementi così prodotte si sviluppano nelle nuove piante che crescono e rinnovano le foreste. Si è poi parlato di come prendersi cura delle api per permettere loro di fornire i sei prodotti fondamentali: il miele, la cera vergine, il polline, la propoli, la pappa reale e il veleno. Le attività si sono poi concluse con una breve analisi della produzione economica, volta a mostrare le possibilità di profitto di un sistema di apicoltura da 10 alveari. Quest’ultima, infatti, può essere altamente redditizia per coloro che si impegnano a padronarla.

Il secondo giorno sono state discusse le misure che gli agricoltori devono adottare per evitare conflitti tra api e uomo, estendendo poi il discorso agli alveari, ai fumigatori e agli abiti da indossare. Si è poi svolta una sessione pratica nel villaggio di Makotoi, vicino a Makeni, per permettere ai partecipanti di prendere visione più da vicino dell’assetto di un alveare e di ispezionare due colonie per un possibile raccolto di favi di miele, in seguito resi disponibili ai partecipanti per un attento esame.
Il terzo e ultimo giorno è stata svolta una sessione pratica sull’estrazione del miele ed una analoga per l’estrazione della cera.

L’intero programma è stato molto apprezzato dai partecipanti, che si sono dichiarati soddisfatti di quanto mostrato loro e interessati ad approfondire le tecniche di apicoltura anche in futuro.

A scuola di apicoltura in Sierra Leone ultima modifica: 2017-11-16T17:42:52+00:00 da coopi