Se le vittime sono i bambini? Cura, istruzione e sensibilizzazione

@Eduardo Soteras Jalil per COOPI /Unione Europea

Nella zona orientale della Repubblica Democratica del Congo, il settore privilegiato da COOPI è quello della protezione. Grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea, nel distretto dell’Ituri abbiamo realizzato un progetto per rafforzare l’ambiente protettivo a tutela di bambini e ragazzi, attraverso una risposta multisettoriale comunitaria.

@Eduardo Soteras Jalil per COOPI /Unione Europea

In Ituri la popolazione vive in uno stato di insicurezza, dovuta ai gruppi armati attivi nella zona. Tra il 1999 e il 2004, l’Ituri ha conosciuto una delle sue più gravi crisi, causata dal conflitto etnico che ha visto scontrarsi i popoli Hema e Lendu: ancora oggi nella zona si scontrano gruppi armati, spesso servendosi di bambini e ragazzi che reclutano tra le loro fila.

 

E’ in questo genere di circostanze che COOPI opera, grazie al finanziamento dell’Unione Europea, con un approccio multisettoriale fondato sulla varietà dei bisogni dei bambini. Collaborando con le strutture sanitarie locali e di comunità, oggi assicuriamo una presa in carico psicologica, giuridica e medica ai bambini che ne hanno bisogno. Inoltre, per favorire il reinserimento economico e scolastico di bambini e ragazzi, garantiamo loro l’accesso all’educazione formale e professionale, proponendo attività pedagogiche e ricreative negli Espaces Amis d’Enfants (Spazi Amici dei Bambini) e attività professionalizzanti durante i laboratori di taglio e cucito, meccanica, allevamento e falegnameria.
@Eduardo Soteras Jalil per COOPI /Unione Europea

@Eduardo Soteras Jalil per COOPI /Unione Europea

 

La lotta per l’eradicazione di ogni forma di violenza sui bambini, tuttavia, non può avere successo se la comunità non è sensibile al tema ed esperta nella prevenzione e nel trattamento dei casi di violenza. Così, tra gli obiettivi del progetto di COOPI c’è anche quello di creare le condizioni affinché si realizzi un sistema di controllo comunitario delle violazioni.

coopi-rdc-vittime-minori-3

@Eduardo Soteras Jalil per COOPI /Unione Europea

 

Per sensibilizzare l’intera società civile sull’importanza del rispetto dei diritti dei minori, oltre alla collaborazione con ONG locali per mettere in atto il progetto, sono stati organizzati incontri di sensibilizzazione rivolti alle autorità locali, ad insegnanti e associazioni, ma anche ai militari, alle forze di polizia e al personale giudiziario. Inoltre, a dicembre è stata esposta a Kinshasa una mostra con le fotografie che Eduardo Soteras, fotografo freelance, ha scattato nelle zone dove abbiamo realizzato le nostre attività: immagini che immortalano lo svolgimento delle attività, ma anche le espressioni gioiose dei piccoli beneficiari, che sembrano felici di avere COOPI al loro fianco.

Se le vittime sono i bambini? Cura, istruzione e sensibilizzazione ultima modifica: 2016-03-04T18:04:11+00:00 da coopi