Un traguardo importante per il futuro dei giovani rifugiati a Diffa

esame di stato per 40 rifugiati nigeriani

L’anno scolastico ormai è finito anche in Nigeria, e un gruppo di 40 studenti, rifugiati in Niger, ha potuto sostenere l’esame di Stato grazie al programma di educazione a distanza finanziato da UNHCR.

Il progetto è iniziato nel 2014 nella regione di Diffa, e intende garantire agli studenti nigeriani delle scuole superiori, la possibilità di continuare i propri studi, attraverso una piattaforma di educazione digitale. Dei quattro centri di educazione a distanza aperti uno, quello situato a Bosso, purtroppo ha dovuto chiudere per ragioni di sicurezza, i tre rimanenti riescono ad ospitare 377 studenti.

Nelle situazioni di emergenza è sempre difficile garantire il diritto all’educazione, soltanto nella regione di Diffa 80 scuole vicine al confine con la Nigeria sono state chiuse dopo i primi attacchi di Boko Haram, nel febbraio 2015. Le 50 scuole di emergenza che sono state create accolgono più di 17.000 studenti.
L’attuazione del progetto è stata possibile grazie ad un accordo tra il ministero dell’educazione nigeriano e quello del Niger, che ha permesso di offrire a questi ragazzi una formazione in lingua inglese.

I 40 studenti che hanno completato il percorso di studio hanno avuto la possibilità di sostenere l’esame di Stato  a fine anno scolastico. Nonostante siano stati testimoni di atrocità e siano stati costretti a scappare dalla loro casa, questi ragazzi sono determinati ad andare avanti e a non permettere che la condizione di disagio in cui si trovano ostacoli la loro formazione, che sanno essere la chiave per avere l’opportunità di migliorare il loro futuro.

Un traguardo importante per il futuro dei giovani rifugiati a Diffa ultima modifica: 2016-06-25T15:38:38+00:00 da coopi