Il Murales di Boubangui: un inno all’ istruzione

Progetto educazione COOPI RCA

Il  7 ottobre scorso, è stato inaugurato un murales dipinto da 600 persone nel villaggio di Boubangui (nel sud ovest della Repubblica Centrafricana): bambini, genitori, autorità locali e amministrative, rappresentanti religiosi,  insegnanti e quattro pittori provenienti dalla capitale (Bangui) hanno concluso con una meravigliosa opera d’arte collettiva il “progetto a sostegno del sistema educativo nelle regioni della Lobaye e Ouham Pendé”, portato avanti da COOPI con il finanziamento di  UNICEF/PME.

Il progetto, che è durato un anno, ha coinvolto in totale 47.556 bambini, 100 insegnanti, 160 rappresentanti delle autorità locali in un ampio programma di attività di sensibilizzazione e formazione.

L’ istruzione dei bambini e la comunità

Istruzione COOPI RCA“Nel contesto di un Paese tormentato negli ultimi due anni da problemi politici e militari, l’importanza della scolarizzazione è un tema che riguarda tutta la comunità” spiega Paolo Prina, capo-progetto COOPI. “Il murales è stato a questo proposito un lavoro artistico capace di sottolineare il rapporto tra educazione e coesione sociale”.

E’ proprio questo il focus del progetto COOPI in Repubblica Centrafricana: una buona educazione ha risvolti economici e sociali, aiuta a ridurre l’impatto psico-sociale dei conflitti e a sviluppare un senso critico che previene la crisi ancor prima che si verifichi.

Gli insegnanti-genitori

Da una parte è stato fondamentale coinvolgere bambini e adulti con azioni informative, manifestazioni artistiche e attività di animazione: campagne radio a livello locale e nazionale, dibattiti, spettacoli teatrali, giochi e danze, fino ai lavori artistici comuni sulle pareti delle scuole.

Dall’altra parte gli insegnanti hanno beneficiato di una formazione di alta qualità con il fine di costruire un sistema educativo durevole e sostenibile. Non solo maestri, ma anche “insegnanti-genitori” a cui sono state fornite le competenze pedagogiche necessarie per aiutare i bambini a leggere, scrivere e fare di conto.

L’accesso all’ istruzione è un diritto dell’infanzia

RCA COOPI progetto educazioneUn grande numero di persone raggiunte con un messaggio chiaro: uno dei diritti dell’infanzia è l’accesso all’educazione per tutti i bambini e ragazzi, che spesso a causa delle violenze e dell’insicurezza socio-politica presentano forti lacune nell’apprendimento e talvolta non hanno alcuna scolarizzazione.

Adesso  i bambini di Lobaye e Ouham Pendé possono tornare  scuola con i loro libri e kit scolastici, in aule più funzionali e in una scuola più colorata e attenta alle loro necessità.

 

Il Murales di Boubangui: un inno all’ istruzione ultima modifica: 2016-10-28T16:47:03+00:00 da coopi