Emergenza Haiti: la distribuzione degli aiuti dopo Matthew

Distribuzione aiuti ad Haiti

Ad Haiti ancora una volta l’unione fa la forza. In seguito al passaggio dell’uragano Matthew, la popolazione necessita di aiuti urgenti per ricominciare a vivere e COOPI ha lavorato insieme alla rete di partner locali per rispondere tempestivamente all’ emergenza.

Per chi ha perso completamente la casa, trascinata via dalle acque, le necessità sono molte, ma è innanzitutto fondamentale tenere alta l’attenzione sul rischio sanitario.

“Le prime distribuzioni che abbiamo fatto in questi giorni nelle nostre zone di intervento hanno permesso di aiutare 49 famiglie a Thiotte (nel sud-est del Paese) e 80 famiglie a Tabarre (a Port-au-Prince nell’ovest)” ci racconta dal campo Morena Zucchelli, capo missione COOPI ad Haiti “Bidoni per l’acqua, cloro e coperte sono state consegnate presso la sede della Protezione Civile e in alcuni casi direttamente presso le abitazioni delle famiglie più vulnerabili”.

Distribuzione kit emergenza ad HaitiLa collaborazione con la rete di intervento locale si è rivelata indispensabile in queste zone, dove COOPI lavora dal 2010 con numerosi progetti di formazione per la riduzione rischi disastri, finanziati da ECHO (Dipartimento della Commissione europea per gli Aiuti umanitari e la Protezione Civile) e da OFDA/USAID (Ufficio del Governo degli Stati Uniti per l’Assistenza ai Disastri nei Paesi esteri).

Rimane fondamentale l’intervento immediato per fornire acqua pulita, kit con disinfettanti e prodotti per l’igiene. COOPI ha lanciato un appello per fronteggiare l’emergenza e arginare il rischio colera: con 70 euro si può acquistare un depuratore per l’acqua potabile, fondamentale in zone dove la popolazione accede alle acque di fiumi e canali contaminate dai rifiuti.

Leggi l’appello e scopri come contribuire >>

DONA ORA

Emergenza Haiti: la distribuzione degli aiuti dopo Matthew ultima modifica: 2016-10-20T12:56:07+00:00 da coopi