Cosa Facciamo

Gioventù e speranza. Ritrovare la coesione sociale in RCA

Le contenu en ligne est aussi disponible en fran├žais. Passer au fran├žais

Grazie al finanziamento del Fondo Fiduciario Europeo per la Repubblica Centrafricana "Bêkou", COOPI sta realizzando, da luglio 2021, il progetto chiamato "Giovani, speranza della Repubblica Centrafricana: Masséka békou ti Bé-Afrika". Questo progetto mira a supportare i programmi di sostegno ai giovani, la loro partecipazione nel consolidamento del dialogo e della coesione sociale, per favorire il processo di pace e riconciliazione e lo sviluppo socio-economico sostenibile e inclusivo della RCA.

Questo processo si svolge in due ambiti, le Maisons des Jeunes e le istituzioni che rappresentano la gioventù: il Ministero della Gioventù e dello Sport, il Consiglio Nazionale della Gioventù e l'Istituto Nazionale della Gioventù e dello Sport. Per rafforzare le capacità di pianificazione strategica e di governance delle istituzioni centrafricane e per ottenere l'empowerment delle Maisons, COOPI realizza diverse attività tra cui lavori di riabilitazione, dotando le Maisons di materiale informatico e organizzando la formazione dei dirigenti; si impegna in consulenze per la definizione di una strategia di promozione dell'impegno giovanile, per il rafforzamento della divulgazione delle leggi nazionali e dell'agenda internazionale sulla gioventù.

Nel corso dell'anno 2022, COOPI ha raggiunto 8.049 giovani, di cui 4.293 ragazze e 3.756 ragazzi, attraverso laboratori e conferenze di sensibilizzazione su temi come la risoluzione pacifica dei conflitti, le conseguenze del consumo di droghe e stupefacenti, la protezione dell'ambiente, la cittadinanza e la leadership positiva. Nel complesso, 18 Maisons des Jeunes stanno beneficiando di un sostegno finanziario e tecnico per attuare i loro piani di lavoro annuali, elaborati dai responsabili dei centri giovanili e dal comitato di gestione (COGES). Questo organismo, co-presieduto dalle istituzioni rappresentanti la gioventù locale e dall'ONG locale URU, con la delegazione dell'Unione europea come osservatore, ha permesso di dare un importante impulso a un'attuazione partecipata del progetto, contribuendo a migliorare e a renderne efficiente la realizzazione.

Grazie alla sua esperienza di diversi anni nelle zone colpite, al suo approccio ancorato alla partecipazione attiva dei giovani e delle istituzioni governative coinvolte nel processo di pace e di riconciliazione, COOPI intende perseguire il potenziamento tecnico e operativo delle Maisons des Jeunese il rafforzamento delle capacità di pianificazione strategica e di governance della Direction Générale de la Jeunesse e del Consiglio Nazionale della Gioventù.


Il progetto è finanziato da: