Cosa Facciamo

Gioventù e speranza. Ritrovare la coesione sociale in RCA

Le contenu en ligne est aussi disponible en français. Passer au français

Grazie al finanziamento del Fondo Fiduciario Europeo per la Repubblica Centrafricana "Bêkou", COOPI sta realizzando il progetto chiamato "Giovani, speranza della Repubblica Centrafricana: Masséka békou ti Bé-Afrika". Questo progetto mira a supportare i programmi di sostegno ai giovani, la partecipazione dei giovani nel consolidamento del dialogo e della coesione sociale, nel processo di pace e riconciliazione e nello sviluppo socio-economico sostenibile e inclusivo della RCA.

Il progetto sostiene il consolidamento di una coscienza proattiva dei giovani e la loro partecipazione affinché siano attori chiave nel rafforzamento del dialogo e della coesione sociale per accompagnare il processo di pace e riconciliazione in RCA. Questo processo si svolgerà in due teatri, la Maisons des Jeunes e le istituzioni che rappresentano la gioventù: il Ministero della Gioventù e dello Sport, il Consiglio Nazionale della Gioventù e l'Istituto Nazionale della Gioventù e dello Sport. Per rafforzare le capacità di pianificazione strategica e di governance delle istituzioni centrafricane e per ottenere l'empowerment delle Maisons, COOPI realizzerà diverse attività tra cui lavori di riabilitazione, dotando le Maisons di materiale informatico e organizzando la formazione dei dirigenti; si impegnerà in consulenze per la definizione di una strategia di promozione dell'impegno giovanile, per il rafforzamento della divulgazione delle leggi nazionali e dell'agenda internazionale sulla gioventù.

Grazie alla sua esperienza di diversi anni nelle zone colpite, al suo approccio ancorato alla partecipazione attiva dei giovani e delle istituzioni governative coinvolte nel processo di pace e di riconciliazione, COOPI intende raggiungere i seguenti obiettivi: il potenziamento tecnico e operativo delle Maisons des Jeunes, coinvolgendo i giovani e il rafforzamento delle capacità di pianificazione strategica e di governance della Direction Générale de la Jeunesse e del Consiglio Nazionale della Gioventù.


Il progetto è finanziato da: